Meeting Internazionale Erasmus + KA2: i genitori raccontano…………..

Print Friendly, PDF & Email

Meeting Internazionale Erasmus + KA2: i genitori raccontano……..

………..Impressioni e commenti sull’esperienza vissuta

…..La nostra esperienza è stata davvero molto particolare,  non solo per aver conosciuto il nostro ospite, un ragazzo tanto timido quanto gentile, ma perché grazie a lui abbiamo potuto conoscere tante famiglie e tanti ragazzi straordinari.
Ci sentiamo di ringraziare l’ospite che ha allargato il nostro “obiettivo”, facendoci vedere una realtà a noi così vicina geograficamente, ma che non eravamo mai riusciti a vivere. 
Ringraziamo tutti coloro che hanno permesso tutto questo e un grazie particolare ai nostri figli, con l’augurio che possano continuare a crescere vivendo di queste esperienze meravigliose!

 

…..L’esperienza di aver accolto le studentesse dalla Polonia è stato meravigliosa. Crediamo che sia stato un’opportunità di crescita sia per loro che per la nostra famiglia. Crediamo che il confronto con culture e persone che vivono in contesti diversi dai nostri sia un’ occasione di arricchimento importante.

…Forse l’inglese non sarà il nostro forte, il polacco non ne parliamo…. ma spero che il nostro cuore di italiani, di genitori e di persone umili abbia fatto sentire la nostra ospite come a casa. Esperienza stancante ma fantastica! Ringraziamo tutti.

 

…Un’esperienza davvero speciale quella che nostra figlia ha avuto l’opportunità di fare grazie al progetto. Uno scambio culturale che ha toccato e aumentato non solo il livello delle conoscenze e dell’apprendimento, ma  è stato sicuramente un input alla crescita personale, individuale ma anche collettiva, di comunità estesa e aperta a nuove culture. Noi genitori,  abbiamo condiviso con nostra figlia questa “avventura” timorosi ma aperti all’accoglienza e alla fine possiamo dire che, come accade spesso, abbiamo ricevuto piú che dato. Anche la condivisione con le altre famiglie ospitanti, al di fuori del contesto “classe” è stata molto interessante e sicuramente una proficua scoperta.
Siamo convinti pienamente che queste esperienze vadano ripetute, valorizzate e promosse, anzi andrebbero inserite con continuità nella programmazione scolastica.

 

…È stata un’esperienza che ci ha permesso di socializzare con un adolescente di un altro paese e di conoscere  le loro  tradizioni. Piacevoli i momenti di unione e socializzazione anche con le altre famiglie.

 

…A conclusione della terza fase del meeting internazionale Erasmus KA2, possiamo con certezza affermare che è stata un’esperienza altamente formativa e motivante. Come genitori abbiamo avuto la possibilità di vedere nostra figlia “all’ opera”, partecipando a questo progetto in maniera attiva e propositiva, scambiandosi idee, opinioni, interessi, suggerimenti; il tutto finalizzato per la buona riuscita del progetto. Abbiamo osservato come questi ragazzi, rapportandosi insieme tra loro, superando le difficoltà legate alla lingua e alla cultura, attraverso vari lavori ed esperienze di laboratorio puntualmente organizzate a livello scolastico, uscite didattiche, momenti conviviali, sono riusciti a creare un clima “energizzante”. Noi genitori abbiamo accolto questa partecipazione con molto entusiasmo; era la prima volta che ci approcciavamo a questa esperienza e l’emozione per l’arrivo dell’ospite spagnola, ci rendeva al tempo stesso emozionati e pieni di dubbi. Arrivati alla stazione e salutati gli studenti siamo subito rimasti colpiti dal clima sereno e amichevole che si è venuto a creare. I due prof. serenamente al momento dei saluti, hanno ricordato ai loro ragazzi: “Ci sentiamo su Whats up!”. Questo clima di fiducia nel paese che li ospitava, nella scuola e nelle famiglie ospitanti ha contraddistinto l’intera esperienza del meeting. Le ragazze tornando in famiglia hanno riportato con molto entusiasmo quanto vissuto a scuola, riferendo particolare interesse alle attività organizzate dimostrandone il gradimento.  Il vivere a stretto contatto con una ragazza di un altro paese, con abitudini differenti, la difficoltà della lingua parlata, i numerosi gesti utilizzati per compensare il linguaggio, hanno permesso loro di accrescere non solo le proprie esperienze ma anche le proprie capacità. E’ stata questa una valida opportunità per rendere maggiormente partecipi i ragazzi del mondo nel quale vivono.

…A noi è piaciuta molto questa esperienza, soprattutto come opportunità per approfondire la lingua inglese, ma anche per le stupende gite didattiche fatte per i ragazzi.

 

…L’esperienza appena conclusa del meeting internazionale è stata per tutta la nostra famiglia decisamente positiva. 
Ospitare un ragazzo con abitudini diverse dalle nostre, che parla una lingua diversa dalla nostra, in una età particolare come l’adolescenza e con tutti i vari impegni scolastici e non, è stato sicuramente impegnativo, ma soprattutto educativo, formativo, costruttivo, divertente e anche emozionante. 
Se il meeting aveva tra i suoi obiettivi l’integrazione tra studenti dell’Unione Europea attraverso l’identificazione di radici storiche comuni e l’utilizzo pratico della lingua inglese è sicuramente riuscito! 
Ne è testimonianza il saluto finale dei ragazzi, le loro lacrime, la loro gioia, il loro sentirsi tramite messaggi anche dopo la conclusione del meeting… insomma speriamo che per i nostri ragazzi sia solo l’inizio di tante esperienze altrettanto belle e soprattutto altrettanto formative!

 

..Per quello che ci riguarda, possiamo dire che è stata un’esperienza positiva. Ci ha arricchito sia da un punto di vista personale, che culturale. Esperienza che ci piacerebbe rifare e contraccambiare.

 

…L’esperienza di aver accolto le studentesse dalla Polonia è stato meravigliosa. Crediamo che sia stato un’opportunità di crescita sia per loro che per la nostra famiglia. Crediamo che il confronto con culture e persone che vivono in contesti diversi dai nostri sia un’ occasione di arricchimento importante.

 

..Per noi è stata la prima esperienza con questo progetto.  All’inizio eravamo un po’ impensieriti dal dover gestire una situazione nuova e apparentemente impegnativa sia per gli aspetti organizzativi, che per quelli legati all’ospitare un ragazzino straniero con il quale doversi relazionare in inglese. 
In realtà l’organizzazione del progetto Erasmus si è rivelata precisa ed efficace tanto che la settimana è passata fin troppo velocemente. Si è creata una bella atmosfera sia tra i ragazzi, che sono riusciti a divertirsi seguendo il programma previsto e nello stesso tempo facendo una importante esperienza con la lingua inglese, sia tra le famiglie ospitanti con le quali abbiamo avuto modo di approfondire la conoscenza e di organizzare dei bei momenti negli spazi lasciati liberi dal programma. Questo ci ha permesso anche di gestire più agevolmente l’ospite. 
Per quanto riguarda l’ospite, ci aspettavamo un coetaneo di nostro figlio ed invece è arrivato un ragazzo di 16 anni. Fortunatamente la differenza di età e di esigenze non si è fatta sentire troppo e siamo riusciti ad instaurare un bel rapporto. 
Per nostro figlio l’esperienza è stata molto formativa sotto diversi aspetti tra cui sicuramente la lingua straniera, ma anche e soprattutto per quelli legati ai rapporti interculturali e alla sua indipendenza con cui si è dovuto confrontare per la prima volta per diversi giorni consecutivi. 
In considerazione della più che positiva esperienza fatta, ci teniamo a ringraziare gli organizzatori e le altre famiglie che hanno partecipato con noi a questa bella avventura.

 

…Le nostre impressioni sono del tutto positive. Le attività svolte dai ragazzi a scuola sono state interessanti e formative, le attività extrascolastiche sono state simpatiche ed istruttive.
La nostra esperienza con il ragazzo è risultata eccellente per quanto riguarda la convivenza in casa e molto positiva per nostro figlio perché ha conosciuto un coetaneo di un altro paese entrando in contatto con una lingua totalmente sconosciuta e perché ha potuto esercitarsi a parlare inglese.

Famiglia Ascani Simone Monia e Giovanni

Famiglia Vimcenzina Massettini e Antonio Milazzo

Famiglia Daniela e David Mancinelli

Famiglia Felici Massimo, Genovesi Laura

Famiglia Silvia Ciavaglia e Mauro Rossetti

Famiglia Mauro Chiappini e Stefania Iacono

Famiglia Silvia Testi Gianluca Giombini

Famiglia Katherine Kokkinides e Massimo Dozzini –

Famiglia Felici Debora

Famiglia Diamante e Daniela Calandri